Browsing this web site you accept techinical and statistical cookies. close [ more info ]

in ricordo di Bernardo Secchi | Planum. The Journal of Urbanism

In ricordo di Bernardo Secchi | Planum. The Journal of Urbanism



Bernardo Secchi ci ha lasciato ieri, 15 settembre. In questi anni di insegnamento e pratica professionale è stato professore e maestro di molti: insegnandoci a scoprire l’urbanistica, a guardare con occhi attenti ciò che conoscevamo e curiosi verso ciò che ci era estraneo, a non accontentarci del sapere degli altri. 
Per il ruolo che ha avuto nel dibattito urbanistico italiano ed europeo per oltre 50 anni, e per la sua continua capacità di riformulare e declinare l'urbanistica, abbiamo pensato di offrire ai nostri lettori quello che aveva voluto scrivere per "Diary of a Planner", la rubrica da lui curata su Planum dal 2002 al 2005; insieme agli altri materiali che in questi anni di attività sono stati scritti su di lui e con lui, e a un suo profilo a cura della Redazione, costruito conoscendone l'attività e lo sguardo ampio e trasversale. | 
Redazione di Planum, Milano, 16.09.2014


BERNARDO SECCHI

Bernardo Secchi (Milano, 2 giugno 1934) è stato professore emerito di Urbanistica. Dopo gli studi in ingegneria civile al Politecnico di Milano, si laurea nel 1959 con Giovanni Muzio e diventa nel 1960 assistente di ruolo presso la cattedra di 'Urbanistica' nella stessa Università.
Nel 1966 è libero docente e professore incaricato di 'Economia del Territorio' alla Facoltà di Economia di Ancona (1965-1971) e dal 1971 insegna 'Economia Urbana e Regionale' nel corso di laurea in Urbanistica presso lo IUAV - Istituto Universitario di Architettura di Venezia (1971-1976). Dal 1976 al 1984 è docente di 'Urbanistica II' alla Facoltà di Architettura di Milano, della quale è preside dal 1976 al 1982. Nel 1984 torna allo IUAV e inizia a insegnare nel corso di laurea in Architettura.

Ha insegnato all’École d’Architecture dell’Università di Ginevra e ha tenuto corsi presso l’Università di Leuven, il Politecnico Federale di Zurigo, l’École d’Architecture de Bretagne (ENSAB) e il Berlage Institute di Amsterdam; ha tenuto lezioni e conferenze nelle principali scuole di architettura d’Europa ed extra-europee.  È stato membro degli esperti di alta qualificazione del Dottorato in Urbanistica dell’Università IUAV di Venezia, di cui è stato coordinatore fino al 2010.
Ha fatto parte del gruppo fondatore e di redazione di “Archivio di Studi Urbani e Regionali”. Dal 1982 al 1996 ha collaborato con continuità alla rivista “Casabella” e dal 1984 al 1990 ha diretto “Urbanistica”.

A partire dal 1960, è stato direttore di ricerca presso l’ILSES – Istituto Lombardo per gli Studi Economici e Sociali; ha collaborato alla redazione del Piano Intercomunale Milanese (1965), al Piano urbanistico del Trentino e al Piano della Val d’Aosta (1968 e 1970).
Ha partecipato alla redazione del nuovo Piano Regolatore Generale di Madrid (1984) e ha redatto i piani di Jesi (1984-1987), Siena (1986-1990), Abano (1991-1992), Bergamo (1992-1995). 
Con Paola Viganò, con cui ha fondato Studio nel 1990, ha redatto i piani di Rovereto, Prato, Fermignano, Brescia, Pesaro, Narni, il piano particolareggiato per il centro storico di Ascoli Piceno, i piani territoriali per le province di Pescara e La Spezia.
È stato “urbaniste conseil” (1996) dell’Établissement public Euromediterranée per la progettazione della parte centrale e portuale di Marsiglia e consulente dell’Autorità portuale di Genova per la progettazione del piano regolatore del porto (1997-1998). Ha presieduto la Commissione per la stesura delle Linee Guida per il territorio e l’ambiente presso il Ministero dell’Ambiente. Ha organizzato numerosi concorsi di progettazione, tra i quali “Progetto Bicocca” a Milano, “Edifici mondo: concorso per il recupero del centro antico di Salerno” e ha fatto parte di numerose giurie per concorsi di architettura e urbanistica (Milano Bicocca; Anversa Staad aan de Stroom; Bologna Stazione centrale; Ginevra Palais des Nations).

Vinto con Paola Viganò nel 1990 il concorso per la progettazione delle aree a sud della città di Kortrijk (Hoog Kortrijk, Belgio), lavorano dal 1991 al 1999 al piano della città e alla realizzazione dei progetti per la Grande Place (dal 1995) e per il nuovo cimitero (dal 1994).
E' stato consulente del Piano Territoriale provinciale del Salento (2001). Oltre ai numerosi piani in Italia, ha realizzato con Paola Viganò il piano strutturale della città di Anversa (Belgio, 2003-2005),
 la Zac Courrouze a Rennes (dal 2003); la piazza del teatro e il parco di Spoornoord ad Anversa (Belgio, 2004-2008), il sistema di spazi pubblici nel centro di Mechelen (2004-2005). Nel 2008 è capogruppo, insieme a Paola Viganò, di una delle dieci équipe selezionate dal Ministero della Cultura francese per studiare il futuro dell’agglomerazione di Parigi (Grand Pari(s) de l’agglomeration parisienne, 2008-2009. Nel 2011 Studio è una delle équipes selezionate per la costruzione di una vision metropolitana per Bruxelles 2040, per la Nuova Mosca nel 2012 e dal 2013 per Montpellier 2040.

Nel 2004 ha ricevuto la laurea honoris causa dall’Università Pierre-Mendès-France di Grenoble e il premio speciale della Giuria al Grand Prix d’Urbanisme conferito dal Ministère de l’Egalité des Territoires et du Logement. Nel 2010 ha ricevuto la laurea honoris causa dall’Università di Hasselt. Nel 2010 è stato insignito del titolo di Chevalier de l’ordre national de la Légion d’honneur.
• Testo a cura della Redazione di Planum. The Journal of Urbanism ©

BIBLIOGRAFIA PRINCIPALE
 Analisi delle strutture territoriali, Franco Angeli, Milano 1965
• Analisi economica dei problemi territoriali, Giuffré, Milano 1966
• Squilibri regionali e sviluppo economico, Marsilio, Padova 1974
• Il racconto urbanistico: la politica della casa e del territorio in Italia, Einaudi, Torino 1984
• Un progetto per l’urbanistica, Einaudi, Torino 1989
• Tre piani: La Spezia, Ascoli, Bergamo, (a cura di C. Bianchetti), Franco Angeli, Milano, 1994
• Prima lezione di urbanistica, Laterza, Roma-Bari 2000 (Tradotto in francese, spagnolo e portoghese)
• La città del ventesimo secolo, Laterza, Roma-Bari 2005 (Tradotto in francese e portoghese)
• con P. Viganò, Antwerp. Territory of a new modernity, Sun, Amsterdam 2009
• con P. Viganò, La Ville poreuse. Un projet pour le Gran Paris et la métropole del’aprés-Kyoto, MetisPresses, Geneve, 2011
• La città dei ricchi e la città dei poveri, Laterza, Roma-Bari 2013 (In corso di traduzione in francese)
• On mobility. Infrastrutture per la mobilità e costruzione del territorio (a cura di), Marsilio, Venezia, 2011
con A. Pizzorno e P.L. Crosta, Competenza e rappresentanza (a cura di C. Bianchetti e A. Balducci), Roma, Donzelli, 2013

BERNARDO SECCHI "DIARY OF A PLANNER" 
Planum. The Journal of Urbanism, no.4, vol.1/2002 | no.5, vol.2/2002 | no.6, vol.1/2003 | no.7, vol.2/2003 | no.11, vol.2/2005:
 1 | Inertias / Inerzie 
 2 | Welfare / Welfare 
 3 | In between / In between 
 4 | Multiethnics / Multiethnics 
 5 | Modification / La modificazione 
 6 | Scenarios / Scenari 
 7 | Knowledge / Saperi 
 8 | Three words / Tre parole
 9 | Generations / Generazioni
 10 | Projects, visions, scenarios / Progetti, visions, scenari
 11 | The form of the city / La forma della città 
 Three stories for the XXth century / Tre storie per il ventesimo secolo  


ALTRI MATERIALI SU PLANUM
Book's PresentationLa città dei ricchi e la città dei poveri, Laterza, Roma-Bari, 2013
• Book's Review, Ibidem no.1: "La città degli altri", Recensione di A. Calafati a La città dei ricchi e la città dei poveri
• Book's Presentation: Competenza e Rappresentanza , Donzelli, Roma, 2013
• Intervista: "Il Piano Strutturale di Anversa. Un nuovo dispositivo di convivenza per la città contemporanea. Intervista a Bernardo Secchi e Paola Viganò" di G. Fini e N. Pezzoni 
 • Intervento video: "Dialogo sulla crescita", VI Plenaria, XVI Conferenza Nazionale SIU - Società Italiana degli Urbanisti, Urbanistica per una diversa crescita, Napoli, 9-10 Maggio 2013.


 

in ricordo di Bernardo Secchi | Planum. The Journal of Urbanism in ricordo di Bernardo Secchi | Planum. The Journal of Urbanism in ricordo di Bernardo Secchi | Planum. The Journal of Urbanism Diary of a Planner by Bernardo Secchi | Planum 2002-2013